Come trovare investitori con l’account based marketing

account based marketing

Fare marketing non ha lo stesso significato di fare pubblicità, ed è possibile creare strategie di marketing B2B per trovare clienti e investitori anche senza spese pubblicitarie, grazie all’account based marketing.

Oggi è diffusa la convenzione che fare marketing significhi principalmente creare annunci da sponsorizzare sui canali online. Si tratta di una visione molto parziale e riduttiva, spesso molto costosa e non necessariamente efficiente se non fa parte di una strategia più ampia.

Nel B2B esiste un modo per raggiungere nuovi clienti senza sostenere spese pubblicitarie, adottando un approccio tipicamente americano che prende il nome di “account based marketing“.

Questo approccio consiste nel selezionare gli interlocutori che rientrano nel proprio target, sulla base di determinate caratteristiche prestabilite, ed entrare in contatto direttamente con essi per offrire il proprio prodotto o servizio.

Come si fa? Innanzitutto bisogna delineare l’identikit del cliente a cui si rivolge: per avere più probabilità di successo, non deve essere né troppo preciso e stringente, né troppo generico. In secondo luogo, bisogna trovare i dati di contatto delle persone giuste: si possono acquistare da database appositi che raccolgono i dati di tantissime aziende e delle persone che vi lavorano.

Ottenuti i dati, è il momento del contatto: esistono diverse modalità (mail, LinkedIn, materiale cartaceo, telefonate) che possono essere mixate, mantenendo sempre l’obiettivo fondamentale ben chiaro. L’obiettivo fondamentale è fornire informazioni davvero utili agli interlocutori, per renderli disponibili al dialogo e al rapporto commerciale. Fare spam non è MAI utile. Questa stessa strategia si può applicare alla ricerca di investitori per una campagna di crowdfunding, dove i processi di marketing e sales sono cruciali.

GLI ARGOMENTI DEL WEBINAR

0:00 Introduzione

2:10 Differenza tra marketing e pubblicità

3:52 Strategie per la vendita B2B

4:52 Account Based Marketing: cos’è

6:32 Individuare le aziende target

8:19 Trovare i dati di contatto: i Database

10:55 Il pubblico giusto

13:08 I costi dell’Account Based Marketing

16:50 Le modalità di contatto: la Mail

19:22 Le modalità di contatto: LinkedIn

20:42 Le modalità di contatto: Materiale Cartaceo

22:19 Le modalità di contatto: Telefonata

23:25 Obiettivo fondamentale: mandare informazioni utili

25:00 Come applicare l’Account Based Marketing alla Campagna di Crowdfunding

RELATORE

Claudio Grimoldi, Founder di Turbo Crowd

Una Storia di Crowdfunding

Il primo romanzo italiano che racconta la storia di una campagna di crowdfunding.

Turbo Crowd Academy

Videocorsi dedicati al mondo del Crowdfunding.

Crowdfounders Italia

Accedi al gruppo privato Facebook

Iscriviti alla Newsletter

Le ultime novità che riguardano il mondo del Crowdfunding

Acquista il Libro

Turbo Crowd racconta "Una Storia di Crowdfunding"

Articoli Correlati

Il mondo della tokenizzazione: regole e opportunità

Il 9 giugno 2023 è stato pubblicato in gazzetta il regolamento europeo MiCA sui criptoasset, che entrerà in vigore nel 2024 e segna un’importante evoluzione: dopo aver disciplinato le criptovalute, ora è il momento dei criptoasset e delle nuove opportunità che la tokenizzazione degli asset porta con sé.

Leggi di più